UTILIZZO DI LAVORATORI IN STAFF LEASING

QUESITO: (Operatore Logistico)

Buongiorno,

avremmo la necessità di capire alcuni passaggi in merito all’utilizzo di lavoratori in Staff Leasing, spero mi possa aiutare. Posti 6 lavoratori con contratto di somministrazione che l'Azienda potrebbe anche decidere di assumere a tempo indeterminato, parliamo di 6 addetti magazzinieri 6° livello Junior. Al di là dell'assunzione diretta una società interinale ci prospetta di fare contratti di staff-leasing ovvero:

- un contratto a tempo indeterminato tra ApL e lavoratore e

- un contratto commerciale tra ApL e società utilizzatrice di durata non inferiore a 12 mesi, con inserimento di penali/clausole in caso di recesso anticipato.

Vorremmo approfondire i seguenti punti:

1) se lo staff-leasing sia strumento percorribile, nel ns. CCNL (il ns. CCNL art. 58) indica di fatto non applicabile al settore la somministrazione a tempo indeterminato ma, la società interinale ci dice che quest'ultima è strumento diverso dallo staff-leasing;

2) cosa si debba intendere con il termine somministrazione a tempo indeterminato indicato nel ns. CCNL (se, per intenderci, chi ha scritto il CCNL voleva intendere anche lo staff-leasing).

L'idea di rivolgersi eventualmente allo staff-leasing piuttosto che all'assunzione diretta sarebbe giustificata dalla volontà (eventuale) della Direzione/Proprietà di non ingessare con ulteriori costi fissi la struttura e di non andare ad incidere sul collocamento obbligatorio (i lavoratori somminsitrati non rientrano nel calcolo).

Restiamo in attesa di riscontro e a disposizione per ulteriori info.

Distinti saluti

CONSIDERAZIONI UTILIZZO STAFF LEASING

RISPOSTA: Telseco.it

Buongiorno ecco le mie considerazioni:

- In merito ai punti 1) e 2): staff leasing e somministrazione a tempo indeterminato sono la stessa cosa (non so a cos’altro si riferisca l’agenzia di somministrazione) e il ns. CCNL, nel testo attuale, ne esclude l’applicabilità al settore (come per il lavoro a chiamata);

vero è che nella nuova disciplina del Jobs Act il ricorso allo staff leasing è stato esteso a tutti i settori e a tutte le attività, ed è stata estesa alla somministrazione a tempo indeterminato la totale acausalità già prevista per il tempo determinato.

L’interdizione prevista dal CCNL sembrerebbe pertanto superata dalla legge (salvo diverso parere ministeriale, non ho trovato circolari al riguardo).

- In merito all’opportunità dello staff leasing: la somministrazione a tempo indeterminato avrebbe il vantaggio di scongiurare il rischio dell’obbligo di riserva disabili, potendo godere dell’esonero previsto per il 2017 per l’assunzione di giovani nelle aziende del Sud (dando per scontati questi due presupposti);

la legge prevede però un limite del 20% per i lavoratori in staff leasing rispetto ai dipendenti a tempo indeterminato già in forza al 1° gennaio dell’anno di stipula del contratto di somministrazione;

sono fatte salve diverse previsioni previste dai contratti collettivi applicati dall’utilizzatore. Poiché l’attuale CCNL addirittura vieta il ricorso allo staff leasing, l’unica possibilità sarebbe un contratto collettivo aziendale (salvo il rinnovo del CCNL non preveda nuove disposizioni in merito….).

Cordialità Carlo Antonetti

Related items