DECRETO RELATIVO ALLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CORSI DI FORMAZIONE SUL BUON FUNZIONAMENTO DEI TACHIGRAFI DIGITALI E ANALOGICI E IN MATERIA DI ISTRUZIONE DEI CONDUCENTI E DI CONTROLLO SULLE ATTIVITA’ DEGLI STESSI

DECRETO RELATIVO ALLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CORSI DI FORMAZIONE SUL BUON FUNZIONAMENTO DEI TACHIGRAFI DIGITALI E ANALOGICI E IN MATERIA DI ISTRUZIONE DEI CONDUCENTI E DI CONTROLLO SULLE ATTIVITA’ DEGLI STESSI (Decreto Min. Trasporti e Infrastrutture 12 dicembre 2016).

Cari amici,

torno sull’argomento per cercare di chiarire alcuni tra i tanti macchinosi passaggi contenuti nel Decreto stesso. Ora, premesso che il Ministero ha comunicato che entro il mese di maggio 2017 (termine da prendere con la dovuta cautela) procederà (tramite altro Decreto) a definire in maniera più precisa alcuni contenuti del Decreto qui esaminato, in particolare la possibilità dell’Impresa che adempia agli oneri formativi e di controllo, di essere esentata dal pagamento della sanzione prevista al comma 14 dell’art 174 del Codice della Strada nonché dalla segnalazione da parte delle Forze dell’Ordine alla DTL e all’Albo competente, attualmente, nel caso l’Impresa adempia alla informazione, formazione e controllo dell’attività dei proprio Personale viaggiante, così come prescritto nel Decreto stesso, non è automaticamente esonerata dal pagamento delle sanzioni previste per

l’Impresa al comma 14 dell’art 174 del Codice Della Strada, ne dalla segnalazione alla DTL e Albo competenti. Così come avviene anche oggi per chi ha effettuato in passato la formazione tradizionale, dovrà affidarsi al giudizio del Giudice di Pace. Pertanto pur rimanendo in capo all’Impresa l’obbligo di Informazione, Formazione e Controllo dell’attività dei conducenti così come definito dai Reg. CE 561/2006, Reg. UE 165/2014, il nostro Ministero non ritiene che l’attività formativa disciplinata dal Decreto emesso costituisca specifica prescrizione normativa di carattere nazionale a carico delle Imprese di autotrasporto e pertanto non si figura come obbligatoria ma, può costituire elemento di valutazione nel caso di ricorso. In poche parole se ad oggi si effettua l’Informazione, Formazione e Controllo dell’attività del Personale viaggiante così come indicato dal Decreto non si ottiene nessuna garanzia in merito all’esenzione dal pagamento delle sanzioni previste, per l’Impresa, al comma 14 dell’art 174 del Codice Della Strada, ne in merito alle segnalazioni alla DTL e all’Albo competenti. Per avere certezza di tale esonero bisognerà aspettare il nuovo Decreto.

Comunque per chi volesse iniziare a programmare la formazione del proprio Personale viaggiante in ottemperanza alle nuove disposizioni:

 Durata e programma dei corsi;

 Soggetti abilitati;

 Docenti autorizzati a svolgere gli interventi formativi;

 Criteri e di svolgimento e organizzazione dei corsi;

 Assolvimento degli oneri di istruzione e controllo;

siamo già in grado di offrire il servizio completo.

ECCO MAGGIORI INFORMAZIONI PER CHI VOLESSE PROGRAMMARE, FIN D’ORA TALI INIZIATIVE:

 Il corso avrà una durata minima di 8 ore (possibilmente due sessioni di 4 ore), minimo 2 ore consecutive, da svolgersi nelle giornate concordate con l’Impresa in locali adeguati;

 L’avvio del corso dovrà essere comunicato alla Direzione generale territoriale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti competente (comunicazione predisposta);

 Verrà svolto il seguente programma: Evoluzione della normativa dal regolamento (CEE) n. 1463/70 al regolamento (UE) n. 165/2014. Brevi cenni delle normative che hanno regolato e che regolamentano l'uso del tachigrafo e ne disciplinano le caratteristiche costruttive con particolare attenzione ai più recenti regolamenti (CEE) n. 3821/85 e (UE) n. 164/15. Obbligo dell'uso del tachigrafo. Esenzioni. - Brevi cenni sul regolamento (CE) n. 561/06. Disciplina dei tempi di guida e di riposo - Esenzioni - Certificazioni - Deroghe. - Evoluzione tecnologica: dall'analogico al digitale. Descrizione delle tipologie meccaniche degli strumenti di registrazione. Avvento del tachigrafo digitale. - Uso del tachigrafo analogico. Descrizione dell'apparecchio e del foglio di registrazione (disco) e loro corretto uso. - Uso del tachigrafo digitale. Modelli, tipologie e descrizione della struttura dell'impianto del tachigrafo digitale. - Le carte tachigrafiche: descrizione dei vari tipi di carte e loro corretto uso. - Caratteristiche e funzionalità del tachigrafo digitale. Lettura ed interpretazione delle stampe e dei pittogrammi del tachigrafo digitale. - Responsabilità amministrativa e penale a carico dei soggetti che circolano o mettono in circolazione veicoli sprovvisti di tachigrafo ovvero con tachigrafo manomesso o non funzionante. Attività con simulatore di casi reali con strumenti adeguati per la pratica delle competenze acquisite.

 Il Decreto prevede un massimo di 40 partecipanti per sessione (per questioni di adeguatezza ne consigliamo al massimo 20);

 E’ prevista la tenuta di registri (già da noi predisposti); Al temine del corso verranno rilasciati:

 un certificato valido 5 anni (già predisposto);

 un documento (da noi predisposto) controfirmato dal conducente contenente le istruzioni scritte relative alle norme di comportamento cui i conducenti devono attenersi nella guida e da cui risulti l’avvenuta consegna di un manuale (con validità annuale, dal momento che viene sottoscritto dal conducente e solo per la ditta che lo rilascia).

 La documentazione relativa al corso sarà da noi conservata obbligatoriamente per 3 (tre) anni; A seguito del corso le imprese dovranno garantire verifiche periodiche almeno ogni 90 giorni sull’attività dei conducenti, con redazione di un resoconto scritto, controfirmato dal conducente stesso, da conservare almeno un anno presso la sede dell’Impresa.

Tale servizio è già stato da noi attivato e offre:

Archiviazione dei dati - Visualizzazione attività autista - Analisi infrazioni tempi di guida e riposo, normative nazionali e norme sul lavoro - Predisposizione resoconti, lettere di richiamo e notifiche agli autisti - Aggiornamento automatico, fruibile via internet, senza necessità di installazione di alcun software.

Costi:

Predisposizione del corso, acquisizione documentazione, comunicazioni, registri, attestati, manuale, documento di consegna manuale e istruzioni scritte, archiviazione dei dati per il periodo previsto: € 25,00 per ogni conducente;

assistenza parziale (escluso il manuale) in caso la gestione venga effettuata direttamente dall’Azienda con più di 35 conducenti: € 15,00 per ogni conducente;

Docenza: € 80,00 per ogni conducente;

Rimborso spese docenti: vitto alloggio a fondo lista e trasferimenti (tariffa ACI).

Nota: nel caso il corso si debba tenete presso la vostra Impresa, la sala dovrà essere fornita di schermo da proiezione o parete a fondo chiaro e di un adeguato numero di posti a sedere.

Archiviazione dei dati - Visualizzazione attività autista - Analisi infrazioni tempi di guida e riposo, normative nazionali e norme sul lavoro - Predisposizione resoconti, lettere di richiamo e notifiche agli autisti - Aggiornamento automatico, fruibile via internet, senza necessità di installazione di alcun software.

Canone mensile per targa, tutto incluso Da 1 a 7 veicoli 5,9 € Da 8 a 20 veicoli (a partire dall’ottavo) 3,9 € Oltre 21 veicoli (a partire dal ventunesimo) 2,9 € Canone gratuito per il mese nel quale viene effettuata l’attivazione del servizio Lettore carte tachigrafiche a soli 49,90 € (una tantum, invece di 99 €) Gestione automatica delle targhe.

Nota: a tutti gli importi indicati vanno aggiunti gli oneri di legge.